Consiglio Comunale del 1 agosto 2022

Ago 9, 2022Attualità, Politica locale

Consiglio Comunale del 01/08/2022 – Riola Sardo

Il 01/08/2022 alle ore 20,00 nella sala consiliare si è tenuto il Consiglio Comunale che riportava all’ordine del giorno:

1. Approvazione rendiconto della gestione esercizio finanziario 2021;

2. Salvaguardia degli equilibri di bilancio. Presa d’atto del permanere degli equilibri;

3. Costituzione del catasto incendi boschivi aggiornato al 2021;

4. Approvazione regolamento per la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili;

5. Interpellanza (dal gruppo Arriora) in merito alla cessazione del servizio pasti a domicilio (SPD);

La seduta si è aperta con un intervento del Consigliere Domenico Ari che fuori dall’ordine del giorno, riferiva del fatto che alcuni bambini scavalchino le recinzioni per raggiungere il campo sportivo comunale e si introducano nell’attiguo deposito provvisorio dei mezzi della nettezza urbana da lui stesso definito testualmente “ecocentro abusivo”.

Il Consigliere Ari fa notare all’Amministrazione la pericolosità di tale situazione. Rispondono l’Assessore Demontis e il Sindaco, che riferiscono di aver contattato il personale della ditta di smaltimento rifiuti, per raccomandare la corretta custodia dei mezzi e delle attrezzature custodite nello spazio indicato.

In merito a tali risposte il gruppo consiliare Arriora ha rilevato numerose anomalie e si riserva di intervenire nei modi e nei tempi opportuni, tenendo sotto controllo tutta la questione inerente l’ecocentro, la raccolta dei RSU ed in generale la situazione segnalata.

In merito al primo punto all’ordine del giorno il gruppo consiliare Arriora ha confermato e ribadito quanto è stato nella discussione del bilancio di previsione (vi riportiamo un sunto dell’intervento letto dal Consigliere Anziano Cesare Secci):

“Il nodo cruciale di un rendiconto gestionale è quello di porre in evidenza l’efficacia dell’azione amministrativa di una Giunta Comunale, efficacia che dovrebbe trasparire dall’analisi dei numeri contabili del rendiconto.

Rilevato che dal punto di vista formale gli uffici hanno fatto un ottimo lavoro, e dunque il rendiconto pare corretto, posto che il Commissario ha svolto un’ampia porzione del lavoro, che oggi andiamo a valutare, come si evince dalla tabella nel documento allegato.

Noi del gruppo Arriora continuiamo a percepire che il vostro operato si è limitato all’ordinaria amministrazione e non sta manifestando sicuramente l’efficacia e l’efficienza da tutti attesa ed auspicata.

Abbiamo tutti convenuto in Consiglio Comunale che il tempo a vostra disposizione per mettere mano alla macchina amministrativa ed iniziare a compiere quelle azioni che dimostrino l’espressione delle vere scelte politiche che a tutt’oggi non si sono ancora viste, ma i cento giorni citati nel programma elettorale sono passati da un pezzo; a breve sarà trascorso un intero anno dal vostro insediamento e francamente da un gruppo così compatto e coeso di giovani amministratori ci si aspettavano delle azioni più incisive e a dare l’impulso che è necessario per risollevare l’economia e rendere vivibile e attrattivo il nostro territorio.

Risultato della gestione di competenza e risultato della gestione residui

Il risultato di amministrazione finale complessivo rappresenta la combinazione di due distinti risultati: uno riferito alla gestione di competenza e uno riferito alla gestione dei residui: omesso

Il risultato della gestione di competenza

La gestione di competenza rileva un avanzo di € 1.493.943,34 così determinato:

Vedi documento allegato.

Applicazione e utilizzo dell’avanzo 2020 al bilancio dell’esercizio 2021

Il rendiconto dell’esercizio 2020 si era chiuso con un avanzo di amministrazione di €. 1.740.928,25 Con la deliberazione di approvazione del bilancio e/o con successive variazioni al bilancio di previsione sono state applicate quote di avanzo 2020 per €. 772.678,01 così destinate:

Allegato

Ciò premesso chiediamo:

Rilevato che il conto del bilancio dell’esercizio 2021 si chiude con un avanzo di amministrazione pari a € 2.496.948,16 così determinato:

Fondo di cassa al 01/01/2021 Euro 2.787.937,35

Riscossioni (+) Euro 2.730.584,04

Pagamenti (-) Euro 2.776.181,55

Fondo di cassa al 31/12/2021 Euro 2.742.339,84

Residui attivi (+) Euro 1.261.600,64

Residui passivi (-) Euro 801.236,75

Fondo Pluriennale Vincolato di parte corrente (-) Euro 128.569,89

Fondo Pluriennale Vincolato di parte capitale (-) Euro 577.185,68

AVANZO DI AMMINISTRAZIONE Euro 2.496.948,16

• Come verrà utilizzato l’avanzo di amministrazione?

• Dei 968.250,24€ di residuo del totale dell’avanzo non applicato, quanto di questo importo è libero e disponibile?

Sia il Sindaco che il Segretario Comunale ribadiscono che il bilancio del Comune è in equilibrio e che l’Amministrazione comunale nei precedenti anni non ha contratto debiti. Ci pare dunque più che opportuna la nostra richiesta di un maggiore impulso nell’azione amministrativa e un maggiore coraggio nel prendere scelte politiche che contribuiscano al benessere dei cittadini riolesi.

In merito al secondo punto che formalizzava e prendeva atto del permanere degli esercizi di bilancio il gruppo Arriora ha votato in modo favorevole all’approvazione.

Anche il terzo punto riguardava una formalità prevista per legge. L’istituzione del catasto delle aree percorse dal fuoco, serve per evitare che la piaga degli incendi possa essere utilizzata per speculazioni, quindi per legge è posto un vincolo pluriennale in merito all’utilizzo di aree che siano state interessate da roghi.

Interviene la Consigliera Giovanna Loche del Gruppo Arriora chiedendo al Sindaco se il comune si fosse dotato di un piano di prevenzione incendi. Il sindaco risponde affermativamente dicendo che nello scorso mese è stata fata anche una simulazione.

Anche su questo punto si è votato a favore dell’approvazione.

In merito al quarto punto, riguardante il regolamento per la celebrazione dei matrimoni e delle unioni civili, l’Assessore Lochi ha spiegato che con l’approvazione di tale regolamento si potranno celebrare i matrimoni e le unioni civili anche a Santa Corona e nel Parco dei Suoni, seguendo gli esempi di altri comuni che consentono di celebrare in luoghi e in ambienti caratteristici come spiagge o parchi di particolare bellezza. Rileggendo però il regolamento e lo specifico capitolo inerente i luoghi non vi è traccia delle località menzionate dall’Assessore.

(riportiamo in calce)

Art. 4 LUOGO DELLA CELEBRAZIONE

1. Di norma i matrimoni sono celebrati nella Sala del Consiglio Comunale.

2. Oltre che nella suddetta sede, il matrimonio civile può essere celebrato, su domanda degli interessati anche in luoghi idonei presso strutture private o di proprietà comunale, quali individuati con apposito atto della Giunta Comunale che per queste occasioni assumono la denominazione di “Casa Comunale”.

3. Nei suddetti locali idonei, sarà istituita una sede distaccata dell’ufficio di stato civile previa comunicazione al Prefetto come previsto dall’art. 3 del DPR 396/2000.

4. La celebrazione fuori dalla casa comunale e dai suddetti luoghi autorizzati può avvenire solo nei casi previsti dall’art. 110 del Codice Civile .

Anche il punto inerente il regolamento è stato approvato all’unanimità.

Ci riserviamo però di continuare ad essere vigili sulle scelte della giunta, specialmente sulla scelta dei luoghi, sì di proprietà comunale, ma affidati in gestione.

Il quinto punto era inerente l’interpellanza a risposta scritta formulata dal gruppo Consiliare Arriora il 20 Luglio U.S.

Testo:<<<<

Interpellanza a risposta scritta

OGGETTO: Interpellanza in merito alla cessazione del servizio pasti a domicilio (SPD)

Il Gruppo Consiliare “ARRIORA”,

•Visto il protocollo n° 3185 del 13/07/2022, inviato agli utenti del servizio in oggetto;

•Visti i numerosi solleciti da parte di svariati cittadini dai quali abbiamo ricevuto la nota citata al punto predente;

• Visto il numero considerevole di fruitori del SPD;

• Visto il lungo periodo nel quale il SPD ha funzionato correttamente;

• Visto l’incremento dell’età media della popolazione e la conseguente necessità di un’assistenza sempre più capillare ed organizzata;

INTERPELLA:

Codesta Amministrazione per:

1. Conoscere quali siano i motivi politico amministrativi che hanno condotto alla cessazione del Servizio Pasti a Domicilio dal 18/07/2022;

2. Di conoscere se siano state valutate soluzioni alternative al servizio in essere, quali per es. gestione in autonomia o in associazione tra comuni;

3. Di conoscere se vi siano state proposte di altre Amministrazioni comunali per la gestione associata del servizio;

4. Quali soluzioni e con quali tempistiche l’Amministrazione intende eventualmente adottare per risolvere questo grave problema

Riola Sardo li, 20/07/2022

>>>fine testo interpellanza

L’Amministrazione ha deciso di rispondere pubblicamente in consiglio comunale e non in forma scritta; per questo motivo vi forniremo i dettagli della risposta all’Interpellanza in merito alla cessazione del servizio pasti a domicilio (SPD) che è stata affidata dal Sindaco all’Assessore competente Rosina Lochi.

L’Assessore dopo aver affermato che “il servizio è stato solo temporaneamente sospeso”, adduce come giustificazione il mancato accreditamento delle ditte che producevano i pasti, poi specifica, la cooperativa storica “L’Assistenza”. Prosegue dicendo che la Cooperativa non avrebbe gli standard richiesti dal PLUS per l’accreditamento e parla anche di strutture per la preparazione dei pasti inadeguate, e che l’Amministrazione Comunale non avrebbe potuto provvedere per l’adeguamento delle menzionate strutture.

Di seguito introduce un nuovo concetto che parla di mancata convenienza economica da parte della cooperativa ad accreditarsi.

L’Assessore Lochi prosegue affermando che “il servizio grava notevolmente sulle casse del comune” nonostante il contributo che era previsto a carico degli utenti.

Parla poi di una ripresa già nel mese di settembre del servizio rimodulato, in associazione con altri Comuni limitrofi, specifica che ci sarà un affidamento diretto del servizio, specificando anche una cifra abbastanza modesta per la ripresa del SPD.

Sentite le affermazioni dell’Assessore, il Consigliere Cesare Secci chiede al Segretario Comunale che siano messe a verbale.


Pag. 1
Pag. 2
Pag. 3

Pin It on Pinterest